giovedì 29 gennaio 2009

Another world, Brian May - Testo e traduzione




Another world è una bellissima canzone di Brian May tratta dall'omonimo album...vi lascio l'mp3, il testo e la traduzione...buon ascolto :)

Another world

In another world
Under another sky
I see another story waiting to be told

And another you
Wakes up with another me
For that's the way we've come to be
In another world
In a different place

 Way across time and space
A door is open wide
Drawn to a different light
Maybe we'll step inside

 In another world
 We can show we care
You can be sure I'm waiting there
In another world

When the dies were cast
They laid a crazy path
We follow to our graves
But I know in a different world
We journey a different way

So we live
But life isn't what it seems
We're only living in our dreams
In another world

You can believe I'll meet you here
In another world


Traduzione

Un altro mondo

In un altro mondo
Sotto un altro cielo
Vedo un'altra storia che aspetta
Di essere raccontata...

Ed un'altra te, si sveglia,
Con un altro me
Questo è il modo in cui siamo arrivati ad essere
In un altro mondo

In un luogo differente
Attraverso il tempo e lo spazio
La porta è spalancata
Lascia passare una luce diversa
Nella quale forse noi entreremo

In un altro mondo
Possiamo mostrare ciò cui teniamo
Puoi essere sicura che io ti aspetterò lì

In un altro Mondo

Quando il dado fu lanciato
Prepararono un percorso pazzesco
che noi seguiamo fino alle nostre tombe
Ma so che in un mondo diverso
Viaggiamo in altro modo

Cosi viviamo ma la vita
Non è quello che sembra
Noi stiamo solo vivendo nei nostri sogni
In un altro Mondo

Puoi credere che ti incontrerò qui
In un altro Mondo

Condividi questo articolo

Vota su OKNotizie Vota su Segnalo Vota su Diggita Agregar a DiggIt! Agregar a facebook Agregar a twitter Segnala su Technotizie Vota su Wikio vota su Fai Informazione Vota su Intopic Figo: lo DIGO! Notizie Flash kebuono!

4 battiti d'ali:

Andrea. ha detto...

Ho regalato anni fa questo disco ad un amico, lui è in copertina con la solita chitarra, costruitagli dal padre, e un bruttissimo paio di sabot, giusto?

Peppe ha detto...

Ciao sono passato per salutarti e per sperare in un altro mondo!

AndreA ha detto...

Un abbraccio, a presto! :-)

-~·*' Nabuck '*·~- ha detto...

Scusa il mio imperdonabile ritardo, mi ha fatto molto piacere la tua visita che mi ha dato modo di conoscere il tuo bellissimo blog! Naturalmente ti ho già inserita tra i blog amici e, se non ti dispiace, ho prelevato anche il tuo banner.
Un abbraccio ed a presto