domenica 25 luglio 2010

Come eliminare le macchie più comuni dai vestiti





Ecco una serie di suggerimenti per togliere le macchie più comuni dai nostri vestiti...

INCHIOSTRO E PENNA A SFERA: è possibile eliminare la macchia tamponando con cotone imbevuto di alcool metilico o alcool a 90°. Meglio non cercare di eliminarlo si potrebbe peggiorare la situazione.

CATRAME: spalmare sulla macchia un po' di burro, attendere per un istante e quindi tamponare con essenza di trielina oppure un solvente per grasso. Lavare immediatamente.

CHEWING GUM: utilizzare un po' di smalto per unghie per ammorbidirlo. Toglierlo quindi con un panno pulito.

ROSSETTO: per la lana o il cotone tamponare con etere; per la seta utilizzare invece la trielina.

SMALTO: appoggiare la parte macchiata su un foglio di carta assorbente e bagnare con un po' di solvente per unghie, spostando a mano a mano il foglio, fino alla scomparsa della macchia.

BRUCIATURE DI FERRO DA STIRO: per i tessuti delicati o sintetici strofinare con succo di limone o acqua ossigenata a 10 volumi, attendere 15 minuti e quindi lavare; nel caso invece di tessuti resistenti immergerli in una soluzione di acqua e candeggina. Attenzione! In entrambi i casi verificare se i colori sopportano i trattamenti.

UOVO: l'uovo si fissa in profondità nel tessuto se viene risciacquato in acqua calda (acqua calda + proteine = una macchia peggiore). Raschia via l'eccesso di uovo, quindi passaci sopra una spugna bagnata con acqua a temperatura ambiente e sciacqua più che puoi. Più tardi lava in acqua fredda.

VINO ROSSO: sul cotone cospargi subito la macchia con sale fino, fai asciugare, quindi procedi al normale lavaggio e se necessario e se il tessuto lo consente, candeggio. Sui delicati: sulla lana bianca e sulla seta utilizza una soluzione di una parte d'acqua e sei d'acqua ossigenata.

SUGO DI CARNE: raschia via il sovrappiù, poi sciacqua con acqua calda finché la macchia non comincia a sciogliersi. Quando non riesci a farla sbiadire ulteriormente, sfrega con il sapone solido e sciacqua ancora con acqua calda. Più tardi fai assorbire sulla zona smacchiata alcune gocce di ammoniaca o aceto e acqua tiepida, poi sciacqua. E per finire, lava in acqua tiepida.

FANGO: lascia asciugare e poi spazzola via più che puoi. Quindi sciacqua delicatamente con acqua fredda, strofinando un po' per togliere lo sporco. Più tardi fai una miscela di acqua e detersivo in polvere. Falla penetrare frizionando sulla zona della macchia e lascia riposare per 10 minuti. Quindi sciacqua con acqua fredda e lava in lavatrice con il ciclo a tiepido.

SALSA DI POMODORO: sciacqua con acqua fredda, versaci sopra alcune gocce di sapone liquido, sciacqua con acqua fredda. Se tieni le salviettine rinfrescanti usane una, poi sciacqua con acqua fredda. Più tardi immergi la camicia in acqua fredda saponata.

MATITE COLORATE E PASTELLI A CERA: se la tua camicia ha tracce di matite colorate, ti basterà lavare la camicia con acqua saponata. Se invece si tratta di pastelli a cera, posiziona il lato macchiato della camicia a contatto con un asciugamano di carta e passa il ferro da stiro sulla parte opposta, in questo modo si staccherà la cera. Più tardi metti la camicia a lavare.

SANGUE: sciacqua con acqua fredda salata, quindi applica una miscela di sapone e acqua fredda. Sciacqua e ripeti l'operazione. Più tardi se rimangono delle tracce, mischia acqua e sapone e tampona. Quindi lava in lavatrice con il ciclo a freddo.

CIOCCOLATA: raschia via più che puoi, quindi sciacqua la zona con acqua a temperatura ambiente, finché la cioccolata non si è sciolta. Tratta la macchia rimasta con un fazzoletto di carta e una soluzione di sapone e 100 ml d'acqua. Più tardi versa alcune gocce di detersivo per bucato direttamente sulla macchia e lascia riposare per alcuni minuti. Lava in lavatrice con acqua tiepida.

ERBA: sul cotone e i capi bianchi, si elimina mettendoli ammollo in acqua molto calda, quindi risciacquando. Oppure, immergi e strofina la parte in latte freddo. Per le macchie vecchie: sfrega con succo di limone e risciacqua con acqua tiepida.

COSMETICI: sul cotone, se sono pastosi, usa detergente spray; elimina le tracce con acqua ossigenata. Per le creme, cospargi con talco o saponeria, spazzola; togli gli aloni con benzina. Sui capi delicati:tampona con etere la lana; lava con acqua tiepida e detersivo neutro la seta.

SUDORE: sul cotone tampona con acqua e ammoniaca, quindi sciacqua abbondantemente. Sui delicati lava la lana con acqua molto salata, tampona la seta con etere e acqua in parti uguali.



Condividi questo articolo

Vota su OKNotizie Vota su Segnalo Vota su Diggita Agregar a DiggIt! Agregar a facebook Agregar a twitter Segnala su Technotizie Vota su Wikio vota su Fai Informazione Vota su Intopic Figo: lo DIGO! Notizie Flash kebuono!

0 battiti d'ali: