mercoledì 1 luglio 2009

Come fare la raccolta differenziata




Da oggi nella mia zona è cominciata la raccolta differenziata porta a porta. Mi hanno consegnato 3 bidoni, uno marrone (più uno piccolo) e i sacchetti biodegradabili per i rifiuti organici, uno giallo per la carta e uno verde per vetro, alluminio e lattine, dei sacchetti bianchi per la plastica e dei sacchi neri per il residuo secco, cioè i rifiuti indifferenziati.
I bidoni vanno lasciati fuori dalla porta in giorni e orari prestabiliti, e in mattinata vengono raccolti.
Sicuramente in molte città italiane sarà già attivo questo tipo di servizio, ma nella mia è appena arrivato, perciò ho voluto informarmi bene per non sbagliare, visto che finora raccoglievo solo carta, plastica e vetro. Quindi, per tutti coloro che hanno bisogno di una mano, a seguito elenco le varie tipologie di rifiuti in modo da poter svolgere la raccolta differenziata in maniera migliore.


Rifiuti organici
  • alimenti, sia crudi che cotti che avariati
  • stoviglie biodegradabili
  • segatura e ceneri di legna
  • salviette, scottex e fazzoletti di carta
  • carta bagnata o sporca di materia organica
  • fiori e foglie
  • cassette di legno
  • fondi di caffè e filtri di thè
  • lettiere di animali domestici
Dai rifiuti organici si ottiene il COMPOST, un fertilizzante naturale.


Carta
  • giornali e riviste
  • libri e quaderni
  • opuscoli, fotocopie e fogli vari
  • sacchetti di carta
  • cartone e cartoncino
  • scatole di carta per alimenti
  • cartone per bevande e alimenti in tetrapak, come quelli per il latte e i succhi di frutta
Questo tipo di raccolta differenziata permette di risparmiare 1.600 litri di petrolio per ogni tonnellata di carta recuperata.


Plastica
  • bottiglie di plastica
  • flaconi per shampoo, detergenti e cosmetici
  • contenitori per liquidi
  • sacchetti di plastica
  • pellicole
  • vaschette, contenitori e confezioni per alimenti e surgelati
  • reti per frutta e verdura
  • cellophane
  • polistirolo
Grazie al riciclo della plastica possono essere costruiti giochi e arredo urbano.


Vetro, alluminio e lattine
  • bottiglie
  • vasetti di vetro puliti
  • bicchieri
  • vetri vari
  • lattine per bibite e conserve che recano la scritta AI
  • fogli e vaschette di alluminio
  • scatolette per alimenti
  • bombolette spray senza il nebulizzatore in plastica
Vetro e alluminio sono riciclabili all'infinito.


Residuo secco (rifiuti indifferenziati)
  • oggetti in plastica e gomma che non siano contenitori o imballaggi
  • stracci e spugne
  • carta chimica, plastificata, oleata o sporca di sostanze non organiche
  • pannolini e assorbenti
  • polvere
  • oggetti in legno verniciato
  • giocattoli che non siano elettrici od elettronici
  • cocci di vasi e porcellana
  • cassette audio e video
  • CD
  • penne
  • cosmetici
  • nylon
  • lampadine
  • carta igienica
  • fazzoletti di carta, tovaglioli e scottex

Inoltre è bene sapere che le pile vanno buttate negli appositi contenitori presso tabacchi, supermercati ecc, così come i farmaci presso le farmacie. Per i rifiuti ingombranti, gli sfalci e le potature è attivo il ritiro domiciliare.

Detto questo, se come me non capite alcuni dei simboli riportati sulle confezioni, andate qui per avere delucidazioni.

Spero di esservi stata d'aiuto :)

Condividi questo articolo

Vota su OKNotizie Vota su Segnalo Vota su Diggita Agregar a DiggIt! Agregar a facebook Agregar a twitter Segnala su Technotizie Vota su Wikio vota su Fai Informazione Vota su Intopic Figo: lo DIGO! Notizie Flash kebuono!

1 battiti d'ali:

phoebe ha detto...

Ottimo articolo, è utile ricordare le tipologie di raccolta della differenziata.. Anche dalle mie parti, c'è chi la sbaglia ancora..