mercoledì 8 ottobre 2008

Amare e voler bene




Stamani con Ele si parlava della differenza che c'è tra amare e voler bene. Devo dire che non è facile dare una spiegazione e infatti a volte le due cose si possono confondere (com'è successo a me ad esempio): si crede magari di amare una persona e invece provi solo affetto, maturato negli anni, cresciuto, ma solo affetto...Per la mia esperienza personale posso dire che c'è sì affinità tra i due sentimenti, ma anche un sottile abisso, e per comprenderne l'esistenza possono servire anni e qualche situazione o qualcuno che fa scattare la scintilla: di mezzo, infatti, c'è sempre lui, il destino, e sta a noi decidere se seguirlo o meno per far luce in quel buio che all'improvviso ci fa paura, l'amore.

L'amore è un sentimento talmente forte che spesso le persone temono e per questo se ne tengono alla larga, limitandosi a rapporti brevi, avventurosi o mantenendo le distanze...personalmente, essendo istintiva ed estremamente passionale, è un comportamento che non comprendo. La natura ci ha donato un cervello sì, ma anche un cuore che quando batte forte vuol dire che stiamo provando qualcosa di profondo, un'emozione che si propaga fino allo stomaco e poi alla pancia (almeno a me succede così). Il cervello può aiutarci a capire cos'è giusto e cos'è sbagliato, ma in questo caso è la razionalità che parla...e l'amore non è razionalità, l'amore è passione; la passione è sangue...e il sangue è pompato dal cuore. Io tra cervello e cuore ho scelto sempre il cuore, a costo di soffrire o far soffrire, di battere la testa contro il muro...perché quello che uno vuole veramente lo sa solo lui...perché accontentarsi?

Volere bene a qualcuno significa provare stima e affetto, volere il suo bene, anche fare tutto per questa persona, ma come lo si farebbe per un amico o un familiare...ma quando c'è coinvolgimento, sia emotivo che passionale, quando c'è una forte attrazione e una certa complicità, quando ti sembra di sognare, no...quello non è semplicemente voler bene...quello è amare! E non puoi non accorgerti di amare qualcuno, e se non te ne accorgi è perché forse sei tu che non vuoi capire che ti sei innamorato!

Quando sei innamorato tutto è irrazionale, si diventa un pò folli...ed è bello per questo. Provi delle emozioni indescrivibili, provi eccitazione, hai sempre voglia di avere accanto quella persona, di abbracciarla, di baciarla, di farle le coccole, di accarezzarla, di farci l'amore. Di fare tutto, ma veramente tutto per lei...e non te ne importa del resto del mondo, e cerchi di superare ogni ostacolo che ti si pone davanti, e ci riesci, perché l'amore può tutto...quando non riesci è perché non hai fatto abbastanza, e se non hai fatto abbastanza allora è solo affetto.

So che non tutti la penseranno come me, ma penso sia solo perché non sanno ascoltare il loro cuore, e scelgono la strada più facile e comoda, perché ammettere di aver confuso i sentimenti è dura, molto dura. Io mi sento di dire che ho avuto coraggio, ho capito i miei veri sentimenti (e non è che si può provare la stessa cosa per due persone, non credo sia possibile, non puoi provare la stessa attrazione, passione, coinvolgimento emotivo per entrambe) e quindi ho chiuso una porta...e se ne è aperta un'altra che mi ha travolto come un'onda impetuosa...finché durerà, ma tanto non importa quanto ma come si vive.

Il destino ci ha messo lo zampino, ed io credo che nulla succeda per caso.

Condividi questo articolo

Vota su OKNotizie Vota su Segnalo Vota su Diggita Agregar a DiggIt! Agregar a facebook Agregar a twitter Segnala su Technotizie Vota su Wikio vota su Fai Informazione Vota su Intopic Figo: lo DIGO! Notizie Flash kebuono!

15 battiti d'ali:

Anonimo ha detto...

quanto è vero... mi fai pensare alle fragole, che non sono di stagione

alfie ha detto...

la differenza tra amare e voler bene è enorme delle volte altre siassotigliae le due cose si fondono assieme...

Andrea Riff Visconti. ha detto...

Bel post. Io so solo che hai ragioe quando parli di abisso tra le due cose. Anzi io le vedo molto simili ma tra esse c'è una sottile linea immaginaria, per così dire, che una volta sorpassata inevitabilmente ti apre un mondo, sia che si tratti di amore o di semplice affetto. Buon travolgimento finchè dura... Riff

Anonimo ha detto...

tolto il fatto che nei commenti ci sono anonimi e non so' perche'...ma potrebbero anche firmarsi visto che le parole valgono quanto una firma...volevo dirti solo che ho letto le tue parole e:fregatene di tutti,vivi la tua storia fino in fondo perche' il tempo giusto e' sempre oggi..lascia pure il cuore a briglia sciolta ma visto,come dici te che e' lui a pompare il sangue sii cosciente che a volte il sangue ce lo fa' anche buttare inutilmente..vedi io sono gia' uno di quelli che non la pensa tutta come te ma d'altra parte ogniuno di noi e' legato e condizionato dalle proprie esperienze positive o negative che siano e meno male,altrementi sai che palle saremmo tutti uguali!!sono daccordissimo sull'ultima parte,"non importa che sia per sempre quel che conta e che sia vero"lo cantavano anche gli stadio ricordi?? (spero di si senno' so proprio vecchietto!!)ciao bimba!!(jan)

butterfly.23 ha detto...

@jan: cavoli jan, che commentone! sapevo già che tu non la pensavi del tutto come me, però ti volevo dire una cosa: non è che ho avuto sempre esperienze positive e allora mi butto a capofitto nelle cose...anzi, è proprio per il contrario che lo faccio, ma comunque col tempo ho imparato a farlo se ne vale la pena (e adesso ne vale veramente la pena!). io non mi sono mai accontentata, ho fatto più soffrire che aver sofferto, ma non me ne pento perché la vita è una sola e come hai detto tu, il tempo giusto è oggi (del doman non v'è certezza) e perché accontentarsi solo per non aver il coraggio di agire, di cambiare la propria vita!?! tanta gente non mi vede di buon occhio sotto questo punto di vista, ma mica può sapere come sono state le mie storie. non ho mai trovato nessuno come questo principe nero (eheh), e non credo che il mio sangue sarà buttato via inutilmente: sarà sempre e comunque un bellissimo ricordo che porterò nel cuore.

PS: certo che conosco gli stadio!

butterfly.23 ha detto...

ahahahahah...ho superato la lunghezza del tuo commento...ahahahahah

Charlie68g ha detto...

mettetela come volete, il succo è che è difficile amare, è una fiamma che devi tenere sempre viva, e non sempre è così facile

Grissino ha detto...

Aggiornato feeds ;-)

S E R E N A ha detto...

Sono pienamente daccordo con te...amare e voler bene, sottile differenza ma profonda nel significato del termine...conosco delle persone che confondono il "voler bene" con l'essere innamorati...l'amore è qualcosa di grande e indescrivibile per certi versi...si pensa di essere innamorati quando invece è solo abitudine o volersi "appoggiare" a qualcuno per non restare soli...l'amore è un'onda travolgente, nulla ti può fermare, è un turbinìo di emozioni troppo grandi...ho incontrato quell'amore e lo auguro a tutti...

butterfly.23 ha detto...

@serena: quanto hai ragione pure tu, a volte si pensa di essere innamorati ed invece è solo abitudine! sono troppe le persone che dovrebbero capirlo...e dovrebbero anche capire che bisogna avere coraggio nella vita

AndreA ha detto...

Concordo in pieno con ciò che scrivi...

La "classificazione" che fai e la spiegazione che dai, le intendo nella stessa maniera.

Tuttavia,
" ...non è che si può provare la stessa cosa per due persone, non credo sia possibile, non puoi provare la stessa attrazione, passione, coinvolgimento emotivo per entrambe ... "
qualcuno dice che può succedere. Chissà...

A me non è mai successo e mi piacerebbe non mi capitasse mai... sarebbe un bel guaio ...

Sono d'accordo anche sul fatto che talvolta si possa confondere tra voler bene ed amore, se non altro perchè ci sono dei GROSSI voler bene e degli AFFIEVOLITI amori.

L'importante è, che sia amore o solo voler bene, che lo si esprima e non ce lo si tenga tutto per noi...

Felice fine settimana, un bacio! :-)

Anonimo ha detto...

Ciao!!
Io penso che prima di arrivare ad amare una persona bisogna conoscerla, imparare ad ascoltarla e comprenderla...ci si affeziona...L'Amore viene dopo tanto tanto tempo. L'Amore è anche passione...coinvolgimento emotivo...Ma non è solo questo. Non sarebbe amore. Secondo me si confonde l'innamoramento iniziale col "voler bene"...Amare qualcuno vuol dire sacrificarsi per quella persona a costo anche di perderla per renderla felice fino in fondo...Vuol dire ascoltare i suoi sentimenti e gioire o soffrire con lei ...in silenzio...Chi ama non fa troppo rumore: l'essere affezionati (o voler bebe a qualcuno d'amico) o essere innamorati 8semplice attrazione forte) non centrano nulla con l'amore!! Chi ama col tempo poi si diventa il migliore amico altrimenti non si costruisce niente. Per amare ci vuole sia il vero bene che l'attrazione.......E' complesso spiegarlo bisogna viverlo.......
Ciao a tutti!!!!!!!

Carmen. ha detto...

Per "Butterfly": Voler Bene o Amore?
Ciao cara Butterfly!
Ho letto con molta attenzione ciò che hai scritto...E mi sono molto emozionata e commossa. Tutto ciò che hai scritto è giusto, è vero. Io credo che inizialmente si ha paura di un Sentimento così "FORTE" perchè...E' raro anzi rarissimo...provarLo! Non lo si conosce...Magari si può far finta (per un periodo) di non volerLo accettare, ma è una bugia...Solo nella solitudine del proprio cuore e della propria anima...col tempo lo si riconosce. E quando lo si accoglie è meraviglioso.....Comunque l'innamoramento non basta...Bisogna anche volere il vero bene dell'altra persona, sacrificarsi per Amore dell'Amato...Anche se è faticoso e difficile.
1 Abbraccio grande!

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti!!
Io penso che l'Amore Vero nasca piano piano, con una simpatia, un feeling....All'inizio non si è innamorati da quella persona...Ci si affeziona poco alla volta....e poi quando ci si rende conto di essere INNAMORATI...Si ha un po di "paura"...Noi abbiamo paura di NOI STESSI,di ciò che proviamo! Non pensiamo di poter amare cosi tanto e all'inizio non lo si accetta.....Si mantengono le "distanze": ma è solo una BUGIA! Se si ama davvero, l'amore esce...spontaneo!L'affetto e la stima fanno anche parte dell'Amore, ma di un amore di amicizia...L'innamoramento anche fa parte dell'Amore ma non è ancora Amore completo....Per amarsi non basta solo l'innamoramento...bisogna volere anche il Vero Bene, la Felicità dell'Altro....Dimenticandosi di noi stessi. Io la penso cosi.
Bacio M***

Anonimo ha detto...

E' molto interessante l'argomento di Butterfly.
Ogni "amore" è una cosa a sè: ci sono alcuni amori che nascono dall'amicizia, altri subito dall'attrazione o da un feeling. Credo che inizialmente sia molto molto forte il coinvolgimento, l'attrazione....Ma questo non basta, quando ci si conosce bene si cerca di comprendere le esigenze e i bisogni dell'altro...Certo che non basta l'attrazione (sarebbe troppo poco!), per amare una persona bisognerebbe anche volerle Bene anche d'Amica, in maniera disinteressata anche se quando ci piace qualcuno è così difficile.....Amare vuol dire anche fidarsi, stimarla,volere il Vero Bene...In questo mondo pieno di egoismo, in Cui ci si ascolta poco............
Bacioni.